72 Antefatti – Interpretazioni, 1672

Taverna del Grillo Alegre, Isla Tortuga, 1672
Blanca stringeva in mano quei fogli vergati in scrittura stretta. Era una lettera, la prima che lei avesse mai ricevuto. Era stato Garth a consegnargliela, il giorno della sua partenza, assieme allo scrittoio.
Era passato un mese e Blanca ancora non era riuscita a leggerla per intero e… a essere sinceri, non aveva capito molto di ciò che l’uomo le scriveva.
La ragazzina nascondeva quei fogli nella cesta delle uova e dopo tanti giorni, la carta aveva preso uno strano odore, ma nonostante ciò, lei cercava di decifrare quei segni, di comprendere il significato di quelle parole astruse. Evidentemente, annuire continuamente quando il vecchio parlava, aveva contribuito a fargli credere che lei fosse molto intelligente…
Poteva anche essere, ma Blanquita aveva letto solo i sermoni del gesuita e qualche salmo per la nonna, non sapeva certo dar il giusto peso alle parole della lettera, che iniziava così:
“Cara Blanca, tutto ciò che leggerete, lo troverete insolito, io stesso provo un certo disagio, perché un uomo nella mia posizione dovrebbe essere più attento agli affari di buon costume, ma nonostante tutto ho il desiderio di coltivare quest’opportunità che la vostra amicizia mi permette. Sapete bene che sono un ricco mercante, ho conquistato dignità e ricchezza con fatica e sudore, ma non ho eredi cui lasciare il mio patrimonio. Nei miei innumerevoli viaggi ho avuto la fortuna di poter incontrare molte persone, di ogni razza e rango sociale, e ho sempre saputo rapportarmi con ognuno di loro, come vedete, so camminare anche nei luoghi più abbietti e cogliere ciò che di bello mi offrono, come la vostra gradita presenza. Mi sono arrivate delle informazioni sul vostro conto, e mi preme dirvi quanto mi dispiaccia per vostra madre, per la sorella che vi hanno portato via, ma in particolar modo per l’ambiente e l’educazione in cui siete stata costretta a vivere. Forse non sarò l’uomo più adatto per comprendervi, ma di sicuro posso cambiare la vostra vita e darle quella svolta cui tutti anelano. Ho molti anni alle spalle, e finalmente ho più tempo per me stesso, proprio per questo ho deciso di cercare una donna che mi faccia compagnia e che condivida con me quei momenti della giornata in cui il silenzio fa da padrone. Avrei desiderio che di portarvi con me a Port Royal. Vi farò vedere un mondo nuovo, che vi tratterà con maggior rispetto. Potrete portare anche vostra sorella Anna, io non farò obiezioni. Vostro padre sarà uno scoglio, vista la mia veneranda età, ma l’occasione che vi offro, per lasciare il porto, un luogo sì ameno che un giorno o l’altro vi porterà via la dignità, una dignità che certo vostro padre non è in grado di preservare. Siete giovane e avete molto da imparare, ed io ho denaro a sufficienza per accontentare i vostri capricci, se mi accetterete.  V’invito a prendere in considerazione ciò che vi ho appena offerto, e confido nel vostro buon senso, ma se proprio vi manca il coraggio per disubbidire a vostro padre, allora non avrò mai argomenti per persuadervi a compiere questa scelta. So che il peso di questa decisione è forte, ma confido nella vostra mente straordinaria, e nella vostra volontà di riscatto. Siete l’UNICA donna che potrebbe sostituire la mia compianta consorte. Umilmente illuso di piacervi, Cecil Garth.”
Blanca era davvero confusa: che mai intendeva dire, il signor Garth? Non si capiva bene…
Per prima cosa, che era una consorte? Che avesse bisogno di una cameriera o una sguattera? E poi, che cos’erano i luoghi abbietti, ad esempio? Forse gli stipetti per gli orinali? E poi la svolta cui tutti anelano, era forse una via che curvava? Magari la parola giusta era anellano? Che volesse comprarle un anello? Che fosse d’oro almeno l’avrebbe rivenduto bene! E poi perché il silenzio lo infastidiva tanto? E la veneranda che cos’era? E un luogo ameno? A meno che…che cosa? Boh, forse si trattava di una lingua straniera, forse in Europa avevano più cose da dire, comunque Blanca era certa di non comprendere tutte le parole che l’uomo le aveva scritto.
Credeva volesse farne la sua amante, ma non si parlava di letto, né di baci, quindi si era illusa? Ma com’era possibile? E poi che voleva da lei, allora? Per giorni Blanca aveva sudato sulla carta da lettera donatagli, sprecando dell’inchiostro per cercare di trascrivere ciò che riusciva a leggere, lentamente e muovendo le labbra, cercando di non insospettire suo padre, ma l’esercizio le provocava il mal di testa e, quando dopo pochi minuti l’inchiostro macchiava le pagine o la penna d’oca si spuntava, la piccola Blanca metteva tutto da parte per occuparsi di altro. Solo quando aveva capito che forse voleva offrirle una vita migliore e in compagnia di Anna, Blanca si era messa d’impegno.
Quando il mese seguente il ricco commerciante era tornato a Tortuga, la ragazzina aveva aspettato fino all’ultimo, per incontrarlo. Era in imbarazzo, temeva di fare una pietosa figura, mostrandogli la propria ignoranza.
Accorgendosi del suo smarrimento, l’uomo la guardò, interdetto, probabilmente dubbioso, quasi certamente deluso, allora la ragazzetta si affrettò ad annuire con veemenza, inventando una scusa al momento e, arrossendo pietosamente sussurrò: -Vorrei che me la leggeste voi…-, quindi abbassò gli occhi, pudicamente.
Ringalluzzito e certo colto nell’onore, l’uomo schiarì la voce e prese a leggere la lettera sulla quale Blanca aveva passato pomeriggi interi, senza comprenderne il significato.
Ascoltandolo, la ragazza si sorprese di accorgersi di aver sbagliato tutti quanti gli accenti!
Quando l’uomo chiuse i fogli nel pugno, guardandola con occhi colmi di cupidigia, chiedendole di maritarlo, finalmente la ragazzina capì:-Ahhh, ma allora mi volete sposare! Beh parlatene con papà, ma per me va benone!-, e sorridendo, sollevata, si mise a ridere.

foto dal web

GRAZIE DI CUORE A MARCO,

che mi ha scritto una

elegantissima e commerciale

lettera d’amore!

Beata chi ti sposa! ahahahah!!!

abbiamo riso come pazzi!!!

Annunci

8 thoughts on “72 Antefatti – Interpretazioni, 1672

  1. Posso esere sincera? La proposta di matrimonio fatta alla ragazza mi mette tristezza, ma contenta lei…..Comunque è disarmante nella sua ingenuità.
    (abbietti…….ah ah ah ah ah ah )
    Goodnight, Signora dei mari.

  2. …..L’anno che sta arrivando tra un anno passera’
    io mi sto preparando e’ questa la novita’…..
    speriamo che la nostra preparazione sia sufficiente e che non manchi la salute
    cin cin piccola
    ed in alto i cuori

  3. Ma cara, quando hai bisogno di un parere su una lettera d’amore chiama me, che sono un’esperta. A scriverne eh, perché a mandarmele nun se sbajia nessuno!!
    (Oh Blanquita, è un piacere essere di nuovo in tua compagnia, ho latitato anche da splinder negli ultimi mesi ma mi mancavi!)
    Shap

Dimmi quello che sai...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...